Terme per Bambini: Regole Sanitarie

terme e bambini

Terme aperte ai bambini. Attenzione alle regole sanitarie

Sempre più famiglie decidono di partire per le terme. Quella che fino a pochi anni fa era prerogativa delle coppie, adesso è meta particolarmente gradita anche da genitori con bambini.

Le terme sono cambiate e con loro la vecchia idea di luogo di cura noioso. E così al loro interno trovi spazi concepiti e attrezzati con vasche baby dotate di piccoli scivoli, fontane e acqua bassa in modo che i bimbi anche piccoli si possano divertire in sicurezza e in autonomia.

Tuttavia, il fatto che i centri termali siano aperti anche ai bimbi, non vuol dire che tutte vadano bene e che non abbiano regole da rispettare.

Bisogna infatti tenere presente l’età dei vostri figli e soprattutto, le regole sanitarie esistenti.

Mi riferisco non tanto alle regole igieniche che sono ovviamente da rispettare, quanto alle norme e ai consigli riguardo al tempo di permanenza in acqua.

Le vasche con acque termali non sono piscine di un parco acquatico dove i bambini possono stare per ore. Sono acque a temperatura elevata e dalla particolare composizione chimica, per questa ragione possono avere degli effetti nocivi sulla pelle delicata di un bambino.

Per effetto dell’alta temperatura e delle caratteristiche di queste acque (ricca di anidride carbonica, carbonato di calcio, bicarbonato e solfati), ai genitori viene consigliato di seguire delle regole precise.

bambini terme spa

Quali sono queste regole? Poche e semplici:

In sintesi:

  • evitare di fare il bagno subito dopo mangiato, anche se l’acqua calda trae in inganno;
  • evitare di rimanere in acqua più di 20 minuti di seguito, ma alternare i bagni a soste di almeno 10 minuti, in modo da evitare rossori e piaghette sulla pelle;
  • evitare di sostare sotto le cascate oltre i 10 minuti, perché la concentrazione di idrogeno solforato e di anidride carbonica è massima.

Vi suggerisco, quindi, di informarvi sempre prima sulle terme più indicate per i vostri bambini e di consultare il parere del vostro pediatra di fiducia, e una volta sul posto, di chiedere agli operatori i tempi di permanenza nelle vasche.

Tra i centri termali rinomati per i benefici curativi delle loro acque e l’accoglienza ai bambini ci sono le Terme di Sirmione (BS), la cui acqua minerale sorgiva e batteriologicamente pura sgorga ad una temperatura di 69° C. Le acque sulfuree di Sirmione sono frequentemente utilizzate dai bambini anche sotto forma di spray nasale per il ruolo pulente e curativo.

A Sirmione potete soggiornare all’Hotel Olivi Thermae & Natural Spa, un meraviglioso 4 stelle che si affaccia sul Lago di Garda.

Oppure, in provincia di Padova ci sono le Terme Euganee (del bacino termale di Abano e Montegrotto), a circa mezz’ora da Venezia. Qui l’acqua salso-bromo-iodica ipertermale sgorga alla temperatura di 87° C. ed ha un grande valore terapeutico come anche i fanghi. Le piscine termali e i grandi spazi in mezzo alla natura sono ideali per una vacanza con i bimbi.

Per un weekend o un soggiorno a Montegrotto immersi nel verde e nella pace assoluta, vi consiglio l’hotel 4 stelle Continental Terme Hotel, ai piedi dei Colli Euganei.

Un’ultima cosa molto importante: prima di prenotare un soggiorno termale con i vostri bambini, verificate sempre che la struttura sia convenzionata con il Servizio Sanitario Nazionale, in questo modo potete risparmiare parecchio, e non fa mai male, no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *